redazione@bambinidiroma.com

Domus Aurea in 3D

Se i vostri bambini, ma anche voi, sognate di fare un viaggio indietro nel tempo, finalmente avrete l’occasione di vedere “quasi” avverarsi il vostro desiderio.

La più sontuosa dimora della Roma antica potrà essere ammirata di nuovo in tutto il suo splendore grazie alla realtà virtuale. Un nuovo percorso nella reggia di Nerone, dove grazie a visori bioculari sarà possibile fare salto indietro di 2000 anni.

bambini-di-roma-domus-aurea-3dLa nuova visita sarà possibile grazie “a una nuova tecnologia immersiva che consente di vedere alcuni ambienti, soprattutto la Sala dalla volta dorata, come erano ai tempi di Nerone”, spiega il soprintendente al Colosseo e all’Area archeologica centrale di Roma, Francesco Prosperetti. E grazie alla realtà virtuale, le ninfe e le divinità dell’Olimpo che decorano la volta della sala a dodici metri di altezza, saranno visibili nei dettagli, come nemmeno l’imperatore romano poteva vederli. La nuova tecnologia, fruibile attraverso venticinque postazioni hi-tech dotate di avanzati visori stereoscopici e accompagnata da un video-racconto all’ingresso del monumento. L’apertura al pubblico è prevista dal 4 febbraio ogni sabato e domenica su prenotazione a gruppi di 25 persone per volta. Un percorso multimediale che rivoluzionerà la percezione del monumento, con dei visori bioculari che permetteranno di ammirare la dimora così com’era nel 64 d.C. (costo del biglietto 14 euro più 2 euro di prenotazione obbligatoria).

Per informazioni e prenotazioni clicca qui.

Uno spettacolo mozzafiato che fa rivivere marmi, affreschi, stucchi e dorature volute da Nerone e dai suoi architetti, che seppero sapientemente dosare la luce, mirando a cancellare il palazzo costruito sopra da Traiano per costruirvi sopra le terme.

bambini-di-roma-visitare-domus-aurea-3dSi comincia nella galleria d’ingresso. Il pubblico, organizzato per gruppi di 25 persone a turno, può assistere alla maxi proiezione emozionale tridimensionale (durata circa sette minuti) sull’antica parete di laterizi e intonaco (l’effetto è da cinema in 3D), dove viene ricostruita la storia del monumento, dall’impresa architettonica e urbanistica di Nerone, con volo ad uccello sulla valle dove poi verrà costruito il Colosseo (mirabile l’incontro ravvicinato col Colosso neroniano), passando per le trasformazioni e il seppellimento sotto strati di terra ordinato dall’imperatore Traiano (che usò la Domus Aurea come fondazioni per le sue Terme), fino ad arrivare alla Seconda Guerra Mondiale quando le gallerie vennero usate come rifugio per gli sfollati.

La sbambini-di-roma-domus aurea-3d-2econda postazione da archeo-show è offerta dalla Sala della volta dorata dove il virtuosismo del progetto di realtà virtuale regala davvero un picco di vertigine. Il pubblico uno speciale visore e godersi 6 minuti di viaggio immersivo in quella che era una delle sale più suggestive e preziose dell’ala orientale del padiglione sul Colle Oppio e pur rimanendo seduto, proverà la vertigine di alzarsi fino a dodici metri d’altezza, per vedere da vicino le decorazioni, e poi “passeggiare” virtualmente tra colonnati, giardini, terrazzamenti, fontane che decoravano tutto il complesso.

About the Author

Related Posts